Depressione

Sebbene la tristezza e lo sconforto colpiscano tutti noi di quando in quando, le persone con un disturbo depressivo affrontano qualcosa di diverso: uno stato di sofferenza psicologica che non accenna a svanire e sembrano aver perso la gioia di vivere. Non provano interesse o piacere nel praticare attività che in passato consideravano piacevoli, mangiano più del solito, oppure di meno, e ingrassano oppure perdono peso. Si sentono stanchi, apatici, senza forze. Queste persone non riescono più a concentrarsi sul proprio lavoro, e trascorrono lunghe notti insonni rigirandosi nel letto, oppure dormono più del solito. Si sentono cronicamente tristi, svuotati, scoraggiati e piangono spesso, hanno una cattiva opinione di sé, si abbattono e si sentono inadeguati. Continuano a pensare al passato, sono pieni d’ansia e sviluppano sintomi fisici come cefalea, problemi digestivi e dolori diffusi.
Paragonare la normale tristezza ad un disturbo depressivo che necessita di trattamento equivale a paragonare un raffreddore alla polmonite. Un dirigente che viene licenziato può sentirsi un fallito e non avere voglia di vedere nessuno per qualche giorno, ma se la chiusura in se stesso, la tristezza e gli attacchi contro se stesso perdurano e diventano più intensi, è possibile che quest’uomo sviluppi una depressione.
Soffrire di un disturbo depressivo è doloroso e invalidante, ed è per questo che deve essere diagnosticato e curato quanto prima, perchè in questo modo le persone possano cominciare a sentirsi meglio nel presente e a poter guardare positivamente al proprio futuro.
L’ISTDP è un modello di trattamento mirato per i disturbi depressivi.
Share by: